BIOENERGETICA

MEDITAZIONE

COUNSELLING a Mediazione Corporea

IL VIAGGIO

RIFLESSOLOGIA PLANTARE

NATUROPATIA

--- IN EVIDENZA ---

In compagnia della "Gradiva"

 

La "Gradiva"

La "Gradiva", è un bassorilievo che rappresenta una fanciulla di circa vent'anni in atto di camminare armoniosamente. E' questo il significato del nome che le è stato conferito. "Gradiva, colei che cammina con grazia".

Questo bassorilievo si presume risalga al terzo sec. d.C e probabilmente l'autore cercò di trasferire nell'opera, il senso intimo del movimento, che la fanciulla, con il suo incedere, gli ispirò. Un senso dell'essere, del sentirsi, che si trasmette anche nel movimento. E possiamo immaginare quanto l'autore sia riuscito a trasmettere il suo sentire se molto tempo dopo, questa opera è stata ispirazione sia per lo scrittore Wilhem Jensen del racconto che intitolò; 'il delirio e i sogni della Gradiva' e successivamente della novella sul racconto di Jensen, opera di  Freud, definita da G.Jung "uno scritto splendido" e accolto dalla critica con grande entusiasmo.

Register to read more...

Elogio ai Piedi

  

ELOGIO DEI PIEDI    ( E. De Luca )

 Perché reggono l’intero peso.

Perché sanno tenersi su appoggi e appigli minimi.
Perché sanno correre sugli scogli e neanche i cavalli lo sanno fare.
Perché portano via.
Perché sono la parte più prigioniera di un corpo incarcerato. E chi esce dopo molti anni deve imparare di nuovo a camminare in linea retta.
Perché sanno saltare, e non è colpa loro se più in alto nello scheletro non ci sono ali.
Perché sanno piantarsi nel mezzo delle strade come muli e fare una siepe davanti al cancello di una fabbrica.
Perché sanno giocare con la palla e sanno nuotare.
Perché per qualche popolo pratico erano unità di misura.
Perché quelli di donna facevano friggere i versi di Pushkin.
Perché gli antichi li amavano e per prima cura di ospitalità li lavavano al viandante.
Perché sanno pregare dondolandosi davanti a un muro o ripiegati indietro da un inginocchiatoio.
Perché mai capirò come fanno a correre contando su un appoggio solo.
Perché sono allegri e sanno ballare il meraviglioso tango, il croccante tip-tap, la ruffiana tarantella.
Perché non sanno accusare e non impugnano armi.
Perché sono stati crocefissi.
Perché anche quando si vorrebbe assestarli nel sedere di qualcuno, viene scrupolo che il bersaglio non meriti l’appoggio.
Perché, come le capre, amano il sale.
Perché non hanno fretta di nascere, però poi quando arriva il punto di morire scalciano in nome del corpo contro la morte.

COUNSELLING

 Il counsellor è un operatore d’aiuto, che interviene su richiesta del cliente, in tutte quelle situazioni che hanno a che fare con un disagio momentaneo, con una difficoltà che occupa uno spazio di tempo circoscritto ad un evento improvviso, che per l’entità e la natura dello stesso trova la persona coinvolta tanto da toglierle la lucidità al sentire o vedere una via di uscita possibile tale da permetterle di integrare quell’esperienza nella sua vita e ritornare in una dimensione di fluidità del processo esistenziale.

Register to read more...

Meditazione

LO SCOPO DELLA MEDITAZIONE

Quando hai molta fretta, ma così tanta fretta che il tuo respiro diventa affannoso, il tuo cuore batte molto velocemente, la lingua non trova le giuste parole, il tuo corpo è pervaso da ondate di calore, le tue mani sono sudate, fermati e medita perché non c'è alcun posto o alcuna persona a cui sia utile che tu porti la tua inquietudine.

Register to read more...

Chi sono

  Mi chiamo Simona Rossi,  e da circa tredici anni  mi     interesso di  discipline rivolte al benessere, spinta  inizialmente da un problema personale di salute e dal  desiderio di dare ascolto al corpo, anziché silenziare il  sintomo. Partendo dalle mie radici, i piedi, mi sono iscritta  al corso triennale di riflessologia plantare On Zon Su,  successivamente al corso triennale di Naturopatia Scientifica,  SIMAISS (Scuola Internazionale di Medicina Avanzata  e  Integrata e di Scienze della Salute)  ad indirizzo PNEI (PsicoNeuroEndocrinoImmunologia) e ad oggi, ho  terminato la formazione quadriennale come conduttrice di  classi di bioenergetica e counsellor professionale a  mediazione corporea, presso la SIAB (Società Italiana di  Analisi Bioenergetica).  Il percorso intrapreso ha radicato in me la convinzione che salute e malattia non siano contrapposte, ma al contrario, in costante interazione, mai statiche e in continuo divenire. Responsabilizzarsi alla propria salute in termini di prevenzione, diviene così uno stile di vita e una ricerca personale alle strade da percorrere per mantenerla in equilibrio.

Volantino Classi di Bioenergetica